Schizofrenia narrativa

3 maggio 2007

img_4589.jpg

La foto è presa dal blog di Julia Hailes( il link è ad un post che racconta una giornata passata indovinate dove?) leggendo questo lungo post, scoprirete perchè è più o meno uno stupro.

E guarda se alla fine non sono io ad aver esagerato, ma voglio saperlo da chi leggerà…

Se potete vedere il, fino a ieri, per me, inarrivabile bottoncino di Technorati lo dovete alla StakaStagista e al suo prezioso commento. Avevo già provato quella soluzione ma non aveva funzionato, ora si! Ma va sempre così…

(Daniele non perderti in chiacchiere…)

Tre giorni di assenza dal blog, aggregatore impallato di novità e l’inserto del giovedì del Sole 24 Ore che mi guarda sensuale…

Panico! Ci sarebbe veramente troppo da dire, comunque, guarda il caso, il lancio ufficiale di MyC4.com, il 1 maggio, merita due righe, ma l’occhio dove mi va? Sul nuovo post del blog di McDonald’s, ultimamente hanno incrementato la frequenza dei post, e di nulla il volume dei commenti. Entrambi gli eventi, giustapposti nella mia mente, mi hanno fatto riflettere…quindi li farò dialogare frammentando la narrazione come in una sceneggiatura teatrale. Avremo C4 e McD.

C4: Lancia il 1 maggio la piattaforma MyC4.com(non vi accalcate è una beta chiusa accessibile solo ai “builders” ossia chi, pronto a collaborare, sia dotato delle capacità che possono risultare utili alla fase di beta testing stessa).

McD: Il 2 maggio racconta della partecipazione alla Corporate Relations Conference di Julia Hailes(I am a freelance consultant and speaker on social, environmental and ethical issues, come si definisce nel suo blog)( insieme a lei ci sono tra gli altri WWF e Conservation International già alla quale McDonald’s si lega quindi non proprio imparziale, contatto quindi abbastanza “sicuro”, lo dice Julia nel suo blog), linkando al suo blog, credo, ma non ne sono sicuro, il primo link ad un blog esterno, peraltro privo, quasi totalmente, di commenti. Come chi lo nomina…

C4: Come si può leggere qui, C4 è una start up che si impegna ad eliminare la povertà, in accordo con uno dei millenium development goals, in Africa, esportando business attraverso l’apporto monetario di investitori disposti, e il contributo in termini di conoscenza, competenze di tutti coloro che ne possiedono.

McD: Julia viene invitata a parlare della CSR di McDonald’s in modo critico, come scrittrice di fatto di una utile guida al consumo responsabile: The New Green Consumer Guide, perchè l’azienda vuole essere sfidata(we want to be challenged, dice Bob Langert)per migliorare. A parte il libro, un blog senza commenti, quello di Julia, non è che faccia molto opinione…questo dirà qualcosa sul link di Langert? mah…

C4: ma perchè è tanto interessante C4? Perchè si propone di valorizzare i propri impegni nei confronti della povertà attraverso il blog(Our corporate site primarily builds upon a blog – a ‘Community Sense Making Forum’. We all contribute to obtaining the goal and all benefit by sharing our knowledge, network, etc., dicono in home page). La responsabilità di questa impresa, la sua CSR, NASCE partecipata, non dice cosa fa, ma cosa si fa insieme, non cosa si è fatto, ma quello che si può fare, è la stessa sua idea ad essere messa da subito in discussione. Mi si potrebbe obiettare, si ma C4 gira con i soldi di chi poi mette bocca, ma non è la stessa cosa per McDonald’s? Io che mangio non investo in McDonald’s? Certo al massimo mi torna un pranzo futuro e non 1000 euro ma in entrambi i casi quei soldi supportano il destinatario.

McD: Ora, non voglio infierire, ma ammettendo la probabile reale volontà di Langert di linkare a tutto il blog di Julia, è opportuno nominare il link al blog “vatti a vedere uno degli ultimi post che forse trovi la mia azienda nominata e, anche se poco, elogiata”? Libera interpretazione di: one of her latest blog entries(un permalink, no eh!).

Comunque detto questo McDonald’s ha perso ancora un ottima occasione per dimostrare il pure rilevante potenziale di un CSR blog, portando a termine ancora una operazione di mera comunicazione vecchia guardia. E’ meglio C4 che costruisce il valore a partire dalle persone interpretando fantasticamente la contemporaneità, o Langert e McD che rimangono chiusi nel loro circolo di siti aziendali e link ESTREMAMENTE certificati, nonchè operazioni di “gridiamo al mondo(la parte che come abbiamo visto influirà ben poco)quanto siamo bravi perchè diciamo che un pò siamo stati cattivi”?

E Julia si è fatta “stuprare”con una foto che la ritrae insieme ad una porzione king size brandizzata di patatine tra le mani…

2 Responses to “Schizofrenia narrativa”

  1. trinitysdc Says:

    bella faccia da schiaffi…
    brava farfalla spietata!

  2. domenico Says:

    blacknaja..ti ho riconosciuto dal contatto! Abbiamo parlato qualche volta su messenger e ora ti ritrovo nel bloglab! eheh
    in bocca al lupo!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: