Andateglielo a raccontare a Eva che la Mela è buona…ma stavolta…

25 giugno 2007

da-theappleblog.jpgFagocitato dalla tesi di laurea mi accorgo di non aver postato in merito a quello che stò approfondendo, e che può essere definito la chiave di volta del discorso fino ad ora affrontato nel blog.

Green my Apple, non è soltanto una campagna innovativa contro l’atteggiamento irresponsabile della Apple promossa da Greenpeace (non mi dilungo, se ne è parlato ovunque), è l’anello di congiunzione tra l’atteggiamento misto stupefatto e inerme delle aziende, CSR parlando (non voglio neanche menzionare Open for Discussion anche se una frasetta che ho riscoperto renderebbe la citazione interessante: cercate qui al secondo punto e dite se questa può essere una costruttiva conversazione sulla responsabilità), e la folle corsa della conversazione in Rete.

La posizione di una ONG, in questo caso Greenpeace, consapevole dei nuovi strumenti della comunicazione, è non solo strategico surrogato alla carenza di effettivi e stabili punti di riferimento per l’agire responsabile, determinato dalla volontarietà ratificata dalla Commissione europea, ma anche valida catalizzatrice dell’essenza creativa e reticolare di una società che, in Rete, sta costringendo a ripensare sicurezze in cui molte imprese si sentivano a proprio agio.

  1. La STORICA, oserei dire, lettera di Steve Jobs, si proprio lui, in cui confessa, senza esplicitamente convenire con Greenpeace, di voler mutare la propria politica in tema di responsabilità, segna il passo.
  2. Il mettere a disposizione sul sito materiali ceduti in creative commons, e chiedere di rielaborarli per diffonderli presso i propri pubblici, attraverso blog o altre forme meno “impegnative”, è il valore aggiunto. Sottrae la ribalta a Greenpeace e la concede agli interessati. Il sito, in aggiunta, è un ottimo appiglio informativo e si impone per competenza: è, perciò, in grado di pulire, ma neanche troppo, una discussione che ha ricevuto l’appoggio di un popolo così strenuamente difensore della Apple: i mac user.

Non si parla più, o sono le premesse perchè si smetta di parlare, di soluzioni comunicative: la blogosfera è PARTE della CSR perchè questa è parte delle persone. Dai singoli emerge l’assenso per le politiche responsabili, e sono i singoli che ragionano secondo dinamiche reticolari e condivisive.

I valori che regolano i blog saranno risorse via via più preziose finchè la responsabilità sarà “l’integrazione delle preoccupazioni sociali”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: